Libel Seva “I CAMBIAMENTI IN SEI MESI DI K”

Vi annuncio che questo è un post in tempo reale! Ho appena festeggiato il primo semestre di K.

Quindi, è necessario fare il punto di quello che è cambiato dal momento in cui la mia vita ha imboccato il binario K. Sono una persona metodica,   userò l’alfabeto. Ma dato che sono anche creativa,  metterò le  lettere  a casaccio.

Questa la lista dei cambiamenti nella mia vita dovuti ai primi K6:

H- HORROR. Nulla di oncologico, solo un nuovo sguardo sul mondo. Sono entrata in un laboratorio di scrittura horror.¬† Non √® un genere che amo, anzi,¬† temo Stephen King pi√Ļ di una raccomandata di Equitalia. Diciamo che adesso ho scelto¬† di dare la parola alla paura. Il K ci ha messo lo zampino?¬† Ma che razza di domanda,¬† non vi rivelo l’assassino cos√¨!

N – NUMERI. 30 cm di Gist; 10,2 Emoglobina; 3 anni di chemio; 4 capsule al giorno; 1 TAC ogni tre mesi; 1 emocromo ogni 15 giorni. Nonostante la poca propensione matematica, adesso ho il conto facile. La mia salute¬†√® un valore numerico da analizzare e verificare.¬† Non li gioco al Lotto,¬† i mie numeri sono talmente tanti che dovrei spenderci un capitale,¬† pi√Ļ che sperare di vincerlo.

U ‚Äď UNCINETTO. Dopo la diagnosi,¬† il mio trainer mi scrisse ‚ÄúE‚Äô tempo di riprendere cose lasciate indietro‚ÄĚ. Amo l‚Äôuncinetto¬† ma non credevo fosse questa la cosa da riprendere. Invece si: arte, creativit√†, nascita di mandala di lana. Soprattutto, l’idea di condividerlo come momento di meditazione, per cui √® nato un laboratorio di gruppo. Anche qui, pezzi di futuro inattesi!

P – PELLE.¬†¬†E’ diventata delicatissima, forse √® la franchigia nell‚Äôazione protettiva della meditazione.¬† Ne √® nata un‚Äôestate all‚Äôombra,¬† cui corrisponder√† un inverno con due dita di grasso di foca sul viso contro il freddo. Chi mi conosce sa che ho una voglia rossa sul braccio ma adesso si √® sbiancata!¬†Per non parlare di macchie che vanno, vengono, ritornano.¬†

C- CORSA.¬† Dovrei scrivere Camminata, quello che ho ripreso a fare poco dopo iniziata la chemio.¬†Nella mia estate di clausura c’√® stato posto per tanti km all’alba,¬† e da settembre ho ripreso a correre. Ho usato questo semestre per iniziare a usare le scarpe minimaliste e ne √®¬† nato¬†il progetto¬† Passatore:¬† tre anni di cura sono perfetti per preparare una gara¬† di corsa da 100 km!

B- BEAUTY.¬† ¬†Con il¬† K tutto prende un altro significato, anche nel senso che¬† prendi e butti tutte le creme di prima. Ma il mio motto √® “Non sia mai un calo di fascino”,¬† e¬† posso contare su due meravigliose farmaciste sorridenti e determinate che mi stanno¬† permettendo di sperimentare sulla mia pelle fragile persino fondotinta e make up. I miei angeli sono differenti (e alla moda)!

Z ‚Äď ZIA. In qualit√† di zia (sia pure acquisita) ho ricevuto un regalo spettacolare: il pigiama¬† con la scritta Expecto Patronum (l’incantesimo di Harry Potter che evoca energie positive e allontana quelle negative).¬† Non √® un regalo casuale,¬† ho un’operazione programmata nei prossimi¬† sei mesi, e tutto quello che propizia la buona sorte √® ben accetto!

L- LIVIDIL.¬†¬†Qui serve un antefatto: dopo infiniti esami del sangue, le vene hanno dato forfait, e le braccia sono piene di ematomi.¬† Il Lividil √® una pomata per farli assorbire. Non √® il¬† suo vero nome ma¬†l’ho storpiato talmente bene¬† che me l’hanno data anche chiedendola col nome pirata! Adesso sogno un teletrasporto dei miei globuli rossi direttamente sul vetrino del laboratorio.

C- CAPELLI¬† Sia pure assottigliati e diradati, era previsto che rimanessero. Il taglio corto asimmetrico mi ha riportato alla mia gloriosa epoca punk, anche se adesso vesto quasi sempre di chiaro e ho i capelli bianchi. Ma visto che¬† i Clash hanno superato la sessantina,¬† resto una groupie perfetta – anche se non ho voglia di pormi il dubbio “Should I stay or should I go?”

F- FORZA. Aspetto oscuro. Nel senso che ne ho in quantit√† oscuramente limitata. Posso allenarmi per 2 ore ma poi crollo dalla stanchezza. Questo pu√≤ sembrare normale, il problema √® crollo ugualmente dopo 2 ore di ristorante o¬† di chiacchiere.¬† L’idea che Millennium Falcon mi si trasformi in Zucca mi porta a¬† riprendere velocemente la via di casa.

V-VIAGGI. Ero abituata ad avere sempre un paio di biglietti appena emessi. Prenotazioni di aerei, di pullman, di treno erano pi√Ļ frequenti delle liste della spesa. Studio o svago o lavoro che fosse, viaggiare era¬† parte della mia vita. Adesso non ho pi√Ļ neanche i biglietti della metro nel portafoglio. Con grande disappunto della gatta¬† che non pu√≤ pi√Ļ dormire nel mio trolley onnipresente.

R- ROUTINE. Cerco ritmi scanditi e regolarit√†, una routine che prima snobbavo. Forse questo il pi√Ļ grande sconvolgimento. In realt√†,¬†la routine non esiste pi√Ļ col K: in ogni momento pu√≤ esserci una frenata brusca , uno scambio che ti butta su un altro binario¬† a destinazione sconosciuta. La malattia √® 7/24. Soprattutto, la mia vita c’√®, 7/24, ed √® un treno che sa muoversi su ogni binario!

(continua)

PS Non ho esaurito l’alfabeto, quindi chiedo l’aiuto del pubblico: chi era con me in quel momento (ma anche chi non c’era ma sa cosa si passa) potrebbe mettere le lettere mancanti? G – Grazie!

PS2 Ci tengo a precisare che nessuna foca √® stata sgrassata per questo post…

 

 

 

13 pensieri su “Libel Seva “I CAMBIAMENTI IN SEI MESI DI K”

  1. A. Amicizia. Sentiamo insieme le gambe stanche per la corsa già fatta ma irrequiete per i chilometri che ancora ci aspettano. I filosofi parlano di immensa solitudine. Noi sappiamo che non è vero.

  2. T – telepatia. Gi√† prima eri molto presente e attenta agli altri, ma in questi ultimi mesi sei pi√Ļ connessa che mai. Come se sentissi quando un’amica ha bisogno di un messaggio, di una determinata mantra o asana. Sei una forza, grazie!

  3. Profondità : questo è quello che mi trasmettono le tue parole e anche con la tua insuperabile ironia andare al senso profondo del rapporto con se stessi corporeità ed emozioni.Grazie Un delicato ma avvolgente abbraccio

  4. H – HUMOUR

    Hai da sempre la capacit√† delle persone intelligenti di alleggerire le pesantezze della vita, ma stavolta stai superando te stessa senza sminuire, svalutare, sottovalutare. la parte negativa…ma illuminandola di possibilit√†!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *