Vally “LADY ZOMBIE”

  Dove sono? Che cosa è successo? Lo specchio impietoso rimanda l’ occhiaia viola mortaccina come ricordo del giorno precedente Mi ci vuole qualche secondo per orientarmi nello spazio-tempo. La  centrifuga  della lavatrice  mi avrebbe lasciato molto meno stropicciata e disorientata di tredici ore di sonno chimico: forse ho alzato un pò il gomito con le […]

Libel Seva: ONCOLOGICAMENTE GRAVE MA NON SERIA!

Avere un tumore non vuol dire perdere la propria identitĂ , ed è stato importante restare me stessa anche nella malattia. Soprattutto, ho voluto mantenere la mia consueta voglia di gioco e di ironia, come fosse una “luce” di benessere per me e per gli altri.

Vally: “L’ANIMALE FERITO SONO IO”

Avevo chiuso la mia storia con Rob circa sei mesi prima che la mia pelle diventasse il registro delle firme del “meglio bisturi d’ Italia” e del serissimo dermatologo. Ero in un certo senso quasi sollevata: Rob non avrebbe retto a questa onda di distruzione, al vedermi trasformata nella sorella minore di Frankestein. Occuparmi  anche […]

Libel Seva “K: IL DOLORE DI CHI TI E’ VICINO”

La mia malattia ha messo mio marito nel ruolo di spettatore, passivo e privo di possibilitĂ  di agire. Una posizione che porta dolore e sofferenza, ma che spesso non viene riconosciuta dagli altri.

Libel Seva “GIST, IL MIO TUMORE RARO”

L’esito della biopsia rivela che la mia massa è un tumore raro gastro-intestinale, chiamato GIST. Prendo le prime informazioni, poi decido di concentrarmi su di me.  E’ cambiato tutto, ho una nuova identitĂ  da scoprire. La meditazione diventa parte della mia cura.

Vally “IL VERDETTO SULLA PELLE”

Mi hanno appena operato. Intravedo il mio neo sul fondo della provetta per l’ esame istologico ed ho la netta sensazione che, da adesso in poi, le rotte della mia vita dovranno orientarsi secondo una nuova rosa dei venti. Non piĂą quattro punti cardinali, ma uno solo, punto unico Kardinale, ovvero il Fattore K: da […]